www.spilambertonline.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home PERCORSO ENOGASTRONOMICO

Percorsi Enogastronomici Consigliati

UN'UTILISSIMA GUIDA PER CHI SI APPRESTA A SCOPRIRE CIO' CHE OFFRE SPILAMBERTO COME PATRIMONIO ENOGASTRONOMICO. SE VOLETE VISITARE SPILAMBERTO, NON DIMENTICARE DI STAMPARNE UNA COPIA! TROVERETE EVIDENZIATE LE ATTIVITA' DI SPILAMBERTO CONSIGLIARE PER GUSTARE LA MIGLIOR QUALITA' DEL PRODOTTO TIPICO.

spilamberto
Il piacere per il buon mangiare e il buon bere fanno senza dubbio parte della cultura modenese.  Dagli ambienti informali delle trattorie, ai ristoranti più raffinati e ai luoghi di produzione e degustazione,  l’esperienza per la vista, l’olfatto e il gusto sono indescrivibili.
La pedemontana modenese infatti è una delle indiscusse capitali mondiali del gusto: da sempre vanta una tradizione gastronomica ed enologica che la rendono celebre sia per gli ingredienti spesso unici dei suoi piatti, sia per l’abilità e la creatività dei suoi professionisti (agricoltori, ristoratori, pasticceri, artigiani). Qui sono nate e si sono sviluppate alcune realtà attente alla qualità e alla ricerca costante, perché mangiare e bere siano un piacevole momento di scoperta e di valorizzazione delle tradizioni.



ciliegie di vignola
Partendo dai prodotti della terra, possiamo citare la squisita Ciliegia di Vignola (Az. Agricola Cavani Ivano,Az. Agricola Degliesposti Alioscia, Floricoltura Drei, Az. Agricola Passini, Acetaia Angelo) la cui zona di produzione comprende tutta la fascia pedocollinare del vignolese, i comuni della Valle del Samoggia e i territori ad ovest del fiume Reno fino ad arrivare a Porretta Terme.
Si individuano due tipi di frutti: tenerine e duracine.
Le tenerine, a polpa tenera, sono di colore rosso scuro con succo colorato, oppure di colore rosso chiaro con succo incolore, maturano tra la fine di maggio e l'inizio di giugno.
I duroni, di dimensioni maggiori e con polpa soda, sono di colore rosso molto scuro o nero con polpa rossa, oppure di colore rosso chiaro con polpa giallastra o rosa.
Forse meno nota ma altrettanto gustosa è la Susina di Vignola, caratterizzata da una buona succosità, elevato profumo e sapore dolce.

Con i frutti tipici di fine estate si produce in queste zone una conserva dolce molto particolare: Il SavÔr(Az. Agricola Cavani Ivano, Tradizioni Balsamiche), a base di saba (mosto cotto), mele, pere, zucca e altri frutti con una notevole variabilità locale.  Tradizionalmente, questa marmellata si usa per farcire crostate, tortelli e bensoni (dolci di pasta frolla arrotolata al forno).

amarettiAltri dolci tipici, da gustare a fine pasto o in qualsiasi altro momento della giornata, sono gli Amaretti di Spilamberto (Forno Valisi) i quali spiccano fra tutti gli altri che portano questo nome per le loro eccellenti qualità. La ricetta di base è costituita da mandorle dolci e amare impastate con zucchero e albume montato a neve; la cottura avviene in forno. Le varianti di questa formula sono naturalmente infinite, tanto che pressocché ogni famiglia del paese si avvale di una propria ricetta, caratterizzata dalle proporzioni dei componenti, eventuale aggiunta di aromi, tempo e temperatura di cottura.
Aceto Balsamico

Elemento di eccezionale pregio e qualità, è l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena (Acetaia CaselliAcetaia del Duca, Az. Agricola ZanasiAz. Agricola Passini, Antica Acetaia BompanaAcetaia Angelo),  un prodotto straordinario e complesso, ricco di profumi e armonia di sentori più sul dolce che sull’agro, nobile di struttura, suadente e persistente. E’ adatto per formaggi importanti, saporiti e piccanti, per macedonie di frutti di bosco, fragole o ciliegie, per creme pasticcere o gelati,  ma soprattutto è un vero e proprio elisir da sorbire in cucchiaio o bicchierino a fine pasto.


parmiggiano reggianoSicuramente l’associazione più gratificante per il palato risulta quella con il formaggio più celebre del mondo: il Parmigiano Reggiano (Az. Agricola PassiniAntica Acetaia Bompana), le cui le origini si perdono nella notte dei tempi. Citato da sempre nei documenti storici e letterari (vi si sofferma Boccaccio nel Decameron) è un prodotto che oggi vanta a buon diritto un ruolo di prim'ordine nel panorama caseario e gastronomico mondiale. La materia prima è costituita da latte di due mungiture, di cui una parzialmente scremata per affioramento. La stagionatura va da  meno di un anno fino a tre anni circa ed avviene in appositi magazzini. Durante questo periodo, le forme vengono sottoposte a continui e periodici controlli.


prosciuttoVerso la fine di questo percorso, citiamo un prodotto apprezzato da tutti per le sue qualità di gusto e nutrizionali: il Prosciutto Crudo (Az. Agricola Passini), prodotto con le cosce dei suini, sottoposte a salagione e a lunga stagionatura. Il prosciutto crudo contiene moltissime proteine (fino al 28%) e il grasso è localizzato nella parte esterna e può essere asportato. Il prosciutto crudo magro contiene solo il 3-4% di grasso, è digeribile e saziante.


A Spilamberto esiste dal 1978 l'associazione "Ordine del Nocino Modenese" , che ha lo scopo di organizzare, promuovere e sostenere iniziative e manifestazioni atte a tutelare, valorizzare e diffondere l'antica tradizione del Nocino (Antica Acetaia Bompana). Questo liquore, a base di mallo di noce e prodotto secondo rigorose  procedure tramandate di generazione in generazione, è apprezzato sia come amaro digestivo sia in svariate specialità culinarie (Tacchino al nocino, crostata di mele al nocino e molte altre).


LambruscoNumerosi sono i vini tipici che si possono gustare nella zona di Spilamberto, Trebbiano di Modena, Bianco di Castelfranco, Pignoletto dell’Emilia; tra questi merita una menzione particolare il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC ( Az. Agricola ZanasiCantina Sociale Settecani), di colore rosso rubino intenso, con riflessi violacei e spuma evanescente; ha profumo intenso, fruttato, fragrante, complesso, che ricorda l’aroma dell’uva.

"Siamo quel che mangiamo", come insegna il greco Ippocrate... e da questa saggezza antica possiamo attingere per migliorare il nostro presente, prendendoci cura di noi stessi e riscoprendo i sapori veri e genuini della terra. Nelle campagne che circondano il paese, potete infatti trovare punti di vendita diretta dal contadino al consumatore di Frutta e Verdura di Stagione (Az. Agricola Cavani Ivano, Az. Agricola Degliesposti Alioscia, Az. Agricola Passini) e assaporare il gusto del Latte Fresco grazie ai distributori automatici ( Az. Agricola Cavani Ivano, Az. Agricola Degliesposti Alioscia). Anche un prodotto antico e tutt'ora presente in tutte le dispense come il Miele viene proposto in tutta la sua genuinità e in molte varianti da alcune aziende agricole della zona (Az. Agricola Passini).


Potete gustare le innumerevoli specialità nei Ristoranti (La tana dei tassi, Cà Vecia, Ristorante San Pellegrino, Ristorante Rio, Gusto Rustico - Caffè con cucina), nelle Trattorie e nelle Osterie della zona. Se avete un po’ più di tempo a disposizione, invece, troverete un’accoglienza davvero speciale negli Hotels, negli Alberghi e nei Bed and Breakfast (Hotel S. Pellegrino, B&B Balsamico, Hotel Sant'Eusebio).


Visualizza Spilamberto in una mappa di dimensioni maggiori

 

Video su Spilamberto



Get the Flash Player to see this player.

time2online Extensions: Simple Video Flash Player Module

Attività a Spilamberto

Shopping a Spilamberto - Scopri tutte le attività, i negozi, gli artigiani, le ditte del paese!
Shopping a Spilamberto - Ricerca attività
Onoranze funebri a Spilamberto - Servizio continuo 24 su 24

Vetrine in primo piano